Sono 17 testi di breve o media lunghezza figliati dai testi del Planeturio. Sviluppano rami secondari delle storie principali, forniscono versioni alternative dei medesimi espisodi, personaggi secondari diventano protagonisti o voci narranti.

  • Diciassette pezzi per Orchestra di Maschio Border
  • Il fantasmagorico mondo dei Chi di Ture De Lirio
  • Cinem@ di Ture De Lirio
  • Minima cosmogonia amorosa di Ardio Chinunasc
  • Parole per la Fede di Cilicio Posavenas
  • Anagrammi in amore della Premiata Ditta Demolizione Sogni
  • Lettere a un pezzo di merda di Adrian Anidar
  • A grande richiesta di Femmenella Insogno
  • Il vecchio e il male di Ernesto Eminguo
  • Il vero amore è inodore di Salvaresio Basanca
  • Cartoline blasfeme di Alemarsa Candreba
  • Il dito
  • Il battello ebbro
  • Caro papà
  • Ci sono anch’io
  • L’odore dell’amico
  • La confessione del dottor Girifalco