L'Officina Totòre

Epopea tragicomica in libera fruizione

Category: Un tram chiamato ventitré

Un tram chiamato ventitré – Tredici

Le bestie non sono le benvenute. Danno fastidio quelle che sanno come comportarsi, perché ci ricordano che la distanza tra…

Un tram chiamato ventitré – Dodici

Questa città è una città tollerante, e pazienti sono anche i suoi abitanti: ma a tutto c’è un limite. D’accordo…

Un tram chiamato ventitré – Undici

A prima vista sembrava una borsetta con cinghia come ce ne sono tante, tranne che per quel tocco d’originalità che…

Un tram chiamato ventitré – Dieci

Soltanto lui sapeva quando tutto aveva avuto inizio e perché, ma al punto in cui era giunto le cause non…

Un tram chiamato ventitré – Nove

Di norma i questuanti disertano i tram: non c’è sufficiente rotazione di passeggeri e le corse sono troppo diradate rispetto…

Un tram chiamato ventitré – Otto

Le ipotesi che si erano andate accumulando sul conto di quell’uomo, venute meno le più astruse, ossia che patisse d’un…

Un tram chiamato ventitré -Sette

La si sentiva sbraitare al telefono prima ancora che comparisse e insisteva, una volta a bordo, a lanciare improperi all’indirizzo…

Un tram chiamato ventitré – Sei

Avrà avuto le sue buone ragioni, ma possibile che non riuscisse a smettere di piangere? Non emetteva rumori di sorta,…

Un tram chiamato ventitré – Cinque

Non lo sopportava nessuno. Questione di tempo e avrebbero cominciato a odiarlo. Non fosse stato grande e grosso ci sarebbe…

Un tram chiamato ventitré – Quattro

Si capiva che per il vecchio era un questione di principio: e che sulle questioni di principio non intendeva scendere…

© 2019 L'Officina Totòre. Theme by Anders Norén.