Fortunatamente non succede spesso, ma il fatto che succeda basta ad alimentare il timore che potrebbe anche diventare una costante. Mi riferisco a quei pomeriggi in cui Mademoiselle si ostina a voler dormire controvoglia e salta quel suo unico impegno della passeggiata. Quando si sveglia appare così alienata e triste da poter attribuire quel suo affidarsi al sonno alla ferma volontà di sfuggire proprio a questa malsana e indesiderata condizione. Soltanto un volta mi sono azzardato a domandarle perché stesse così; mi ha risposto che era addolorata per tutto.