La mattina seguente Ray e Hoop salteranno le prime due ore di lezione. Lui le trascorrerà sotto casa di lei aspettando che esca; lei sotto casa di lui facendo altrettanto. Si ritroveranno a metà mattina davanti la rastrelliera, ma eviteranno accuratamente di guardarsi mentre sistemeranno le due biciclette una a fianco all’altra. Per non correre il rischio che gli sguardi possano incrociarsi incateneranno la ruota anteriore delle rispettive bici ad occhi chiusi, prima di allontanarsi in direzioni opposte.
Sia Hoop che Ray s’attarderanno in aula il più possibile nella speranza di trovare già vuoto il posto accanto al proprio nella rastrelliera; sennonché, a tarda sera, si accorgeranno che le uniche biciclette ancora in piedi sono le loro, e che non potrebbe essere altrimenti visto che le due ruote anteriori sono legate da entrambe le catene.
Armeggeranno con chiavi e lucchetti stando accovacciati uno accanto all’altra, ma si sforzeranno di guardare altrove ottenendo come unico effetto quello di allontanarsi ognuno sulla propria bicicletta ma con la catena dell’altro.