Il primo giorno di lezione Ray lascerà la propria bicicletta su una delle tante rastrelliere collocate nel piazzale antistante l’università. Nel primo pomeriggio tornerà a recuperarla ma scoprirà che qualcuno ha messo la propria accanto alla sua legando maldestramente insieme con una catena le ruote anteriori. Si siederà su una panchina nella speranza di veder comparire in fretta il responsabile. Il tempo passerà invano e l’irritazione di Ray s’accrescerà, costringendolo a praticare la respirazione addominale per mantenere i nervi saldi. Quando Hoop si piegherà verso il lucchetto che chiude la catena Ray non saprà che farsene dell’aggressività accumulata nelle ore precedenti: le apparirà un po’ mascolina, ma tanto-tanto carina. Non oserà avvicinarsi mentre armeggia con la catena dando l’impressione di non essersi resa conto di ciò che ha combinato. La lascerà allontanarsi inconsapevole, prima di montare sulla propria bicicletta e seguirla a debita distanza.