Hoop esordirà con il vezzo di adoperare il sellino al contrario: ossia con la punta rivolta verso dietro per sedersi sui fianchetti dello sbalzo posteriore. Dirà per una semplice questione di comodità, ma poi chiederà ad un amico con la passione della meccanica di intervenire sul sistema di trasmissione per rendere la bicicletta a scatto fisso. Ne approfitterà per installare due specchietti retrovisori sul manubrio e imparare a viaggiare a tutta birra in retromarcia. A chi gliene chiederà conto, primi fra tutti i vigili urbani, risponderà che per come si guida in città è più sicuro guardarsi le spalle che il davanti. A farne le spese saranno soprattutto le donne al volante, che Hoop sorpasserà mostrando il profilo più serioso del mondo, le quali non potranno trattenersi dall’accostare e comparare l’orientamento della propria automobile con le altre per essere certe di non essere loro a guidare al contrario.