L'Officina Totòre

Epopea tragicomica in libera fruizione

Month: July 2015

Un tram chiamato ventitré – Trentuno

Bisognava dare atto al ragazzetto che ci sapeva fare, soprattutto in un ambiente così convenzionale e tradizionalista come l’interno di…

Un tram chiamato ventitré – Trenta

Il pettegolezzo circolava da alcuni anni e nessuno avrebbe osato metterne in dubbio la veridicità: ci credevano le donne, che…

Un tram chiamato ventitré – Ventinove

Ciò che rende il tram un luogo d’elezione rispetto agli altri del creato è il fatto che gli istinti più…

Un tram chiamato ventitré – Ventotto

Era una passeggera saltuaria, ma rimaneva impressa nella memoria a causa di un guanto che le avvolgeva la mano sinistra…

Un tram chiamato ventitré – Ventisette

La zingara si presentava nella tipica nuvola multicromatica che i gangi attribuiscono alla casualità con cui vengono abbinati capi di…

Un tram chiamato ventitré – Ventisei

Era una donna insignificante, nel senso più significativo del termine. Il suo corpo era la somma di parti singolarmente insignificanti…

Un tram chiamato ventitré – Venticinque

La sua stagione preferita era l’estate, quando poteva indossare magliette polo a tre bottoni e corta manica e le donne…

Un tram chiamato ventitré – Ventiquattro

Sarebbe perfetta con la testa dentro un sacchetto di carta spessa. Ne ammireremmo i vestiti d’eccellente fattura, gli accessori trascelti…

Un tram chiamato ventitré – Ventitré

A un certo punto era circolata la voce che l’azienda dei trasporti volesse rinnovare il parco mezzi e al posto…

Un tram chiamato ventitré – Ventidue

“E’ vietato al conducente di parlare”, così recita la targa posta a lato del posto di manovra che ha acceso…

© 2018 L'Officina Totòre. Theme by Anders Norén.